Concerto di musica spagnola

Scritto da

Le classi 1B, 1D, 1E, 2C, 2D, 3B, 3C. assisteranno al concerto di Raissa Avilés e Pedro Martinez Maestre (Progetto musicale Verso suelto) venerdì 28 aprile 2017 dalle 13.45 alle 15.20 presso la Chiesa evangelica in Viale Carlo Cattaneo 2.

Le classi 1B, 1D, 1E, 2C, 2D, 3B, 3C.

assisteranno al

concerto di Raissa Avilés e Pedro Martinez Maestre

(Progetto musicale Verso suelto)

venerdì 28 aprile 2017 dalle 13.45 alle 15.20

presso la Chiesa evangelica in Viale Carlo Cattaneo 2

Gli studenti si ritroveranno nei pressi della chiesa alle ore 13.30.

Ricordiamo agli studenti che la partecipazione all’attività culturale è obbligatoria, i docenti accompagnatori dovranno quindi firmare come d’abitudine il registro delle assenze.

Le lezioni riprenderanno regolarmente al termine del concerto.

 

Raissa Avilés è attrice e cantante.

Nata a Lugano (CH), si forma all’Aula di Musica Moderna del conservatorio del Liceu di Barcellona e presso la Scuola Dimitri di Verscio, dove ottiene il Master in Teatro Fisico. La sua ricerca personale sulla voce come strumento espressivo l’ha portata a partecipare in qualità di cantante in diversi spettacoli di teatro e progetti musicali in Italia, Spagna e Svizzera. La passione per la musica latinoamericana è tradizione della sua famiglia di origine messicana e Raissa assume l’impegno estetico di rivisitare il repertorio tradizionale in chiave attuale.

Pedro Martinez Maestre è contrabbassista jazz.

Nato a Elche(ESP) si diploma al Conservatorio Superiore di musica del Liceu di Barcellona dove si specializza in Jazz e Musica moderna ottenendo la borsa di studio per il UNT di Denton, Texas. Già in giovane età si interessa alla musica popolare, genere di cui ha saputo apprezzare fin da subito il valore artistico indiscutibile. In qualità di sideman realizza innumerevoli tours in prestigiosi Festival e Club di tutta Europa e negli Stati Uniti. Contemporaneamente dirige il proprio trio jazz, con cui mette in pratica la massima che non esistono limiti tra creatività, tradizione e ricerca.

Letto 341 volte