Venerdì, 18 Marzo 2016 09:49

«LE NUOVE MIGRAZIONI». Incontri per conoscere l'esperienza dei migranti

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
I docenti di storia del Liceo cantonale di Lugano 1 promuovono una serie di attività nell’ambito della settimana contro il razzismo sul tema “Le nuove migrazioni. Incontri per conoscere l’esperienza dei migranti”.

I docenti di storia del Liceo cantonale di Lugano 1 promuovono una serie di attività nell’ambito della settimana contro il razzismo sul tema “Le nuove migrazioni. Incontri per conoscere l’esperienza dei migranti”. Sono previsti spazi di approfondimento per riflettere su alcune tematiche di fondo – il contributo della scienza di fronte al riemergere del razzismo, i diritti dei migranti nell’età contemporanea. Uno spazio sarà dedicato alla proiezione del film "Lo stesso mare" di Stefano Ferrari; gli studenti avranno la possibilità di dialogare con il regista. Le classi singole potranno ospitare un giovane migrante per conoscere attraverso le esperienze personali un processo di vasta portata nel mondo contemporaneo, per comprendere le cause che muovono i popoli a migrare, la difficile esperienza dell’abbandono del proprio paese e della migrazione, e l’esperienza dell’accoglienza nei paesi ospitanti.

I relatori saranno:

Andrea Brunelli; collaboratore scientifico nel gruppo di ricerca del prof. Guido Barbujani presso il Dipartimento di biologia ed evoluzione dell’Università degli Studi di Ferrara e si occupa di biologia dell’evoluzione ed ecologia.

Stefano Ferrari si è formato alla Scuola magistrale di Locarno e ha completato la formazione alla New York film Academy. È regista di numerosi documentari per la RSI, tra cui Campo nomadi (2011) e La Squadra (2013), entrambi premiati dal pubblico nell’ambito del Festival internazionale del cinema giovane di Castellinaria di Bellinzona. È documentarista per la trasmissione della RSI “Storie”.Insieme a Gerardo Wuthier e Christine Fornera Wuthier ha girato Lo stesso mare (2014).

Chiara Guerzoni si è laureata in Filosofia della Scienza presso l’Università degli Studi di Milano e successivamente si è specializzata in comunicazione. Ha lavorato in progetti di comunicazione integrata presso agenzie a Milano. Dopo una formazione all’estero sui diritti umani, ha lavorato per Caritas e per la sede di ActionAid International con progetti di comunicazione e promozione dell’attivismo. Dal 2005 lavora all’interno della Sezione Svizzera di Amnesty International, dapprima per la promozione dell’attivismo e oggi per la formazione e l’educazione ai diritti umani.

Paolo Ruspini è docente e ricercatore universitario. Ha insegnato all'USI (dove svolge incarichi di ricercatore) e in varie Università europee. Si dedica allo studio dei temi che riguardano i fenomeni migratori nell’età contemporanea.

Hajar Alshikh è una ragazza di 17 anni originaria della città siriana di Homs ed ha attraversato il Mediterraneo in fuga dalla Libia insieme alla sua famiglia. La guardia costiera italiana ha soccorso i migranti sul barcone sul quale viaggiavano. La sua famiglia è riconoscibile nella fotografia scattata dal fotografo Massimo Sestini, che ha ottenuto il secondo premio del World Press Photo. Oggi Hajar frequenta il pre-tirocinio d’integrazione a Lugano.

Hyad Alshikh ha 16 anni ed è cugino di Hajar. È arrivato in Ticino con i genitori nel dicembre 2013 dalla Libia, dove la famiglia aveva soggiornato per un paio d’anni. Hanno raggiunto le sponde dell’Europa attraversando il Mediterraneo in barcone. Oggi frequenta la quarta media ad Agno.

Selam Marquardt è nata ad Addis Abeba nel 1982. A causa del regime violento, abbandona il paese all’età di 15 anni ed emigra in Eritrea. Dopo tre mesi raggiunge il Sudan, dove è arrestata, riportata in Eritrea e condannata a 5 mesi di prigione. Quando scoppia il conflitto tra Etiopia ed Eritrea, è costretta ad arruolarsi nell’esercito per combattere contro il proprio paese. Di fronte al suo rifiuto, è allontanata in un campo di prigionia ad Asmara. Oggi vive e lavora in Ticino ed è madre di tre figli.

Tarek Mirra è nato a Kuwait City nel 1972 da genitori emigranti, la madre curda, il padre arabo, entrambi irakeni di seconda generazione. Dopo l’invasione irakena del Kuwait nell’agosto 1990 e l’intervento americano l’anno successivo, è arrestato tre volte. Rilasciato, emigra verso la Romania, paese nel caos dopo la caduta di Chaushesku. Raggiunge la Svizzera, a Zurigo richiede l’asilo e viene in seguito trasferito in Ticino, dove ora vive e lavora.

 

PIANO DELLE ATTIVITÀ PER GLI STUDENTI

martedì 15 marzo - lunedì 21 marzo

INCONTRI IN AULA MAGNA

Martedì 15 marzo, Aula Magna, 13.45-15.20

Andrea Brunelli, Un biologo riflette su Noi e gli altri

Progetto d’istituto “L’uomo è antiquato”. Modera Tiziano Moretti

classi iscritte: 1Q, 4C, OC III Biologia, OC III Economia e Diritto, OC III Geografia

Mercoledì 16 marzo, Aula Magna, 10.05-12.30

Proiezione del documentario “Lo stesso mare” di Stefano Ferrari e discussione con il regista. Introduce Maurizio Binaghi

classi iscritte: 1F, 2L, 4H

Giovedì 17 marzo, Aula Magna, 13.45-15.20

Gabriela Giuria Viveros e Laura Francioli, I diritti dei migranti. Modera Francesca Tognina Moretti

classi iscritte: 3L, 4B

Venerdì 18 marzo, Aula Magna, 13.45-15.20

Paolo Ruspini, Umanità in cammino. Percezione e realtà delle migrazioni contemporanee. Modera Sonia Castro

classi iscritte: 2F, 3L, 4F

STORIE DI MIGRAZIONE

Venerdì 18 marzo

9.05-10.50:                 Tarek Mirra incontra gli studenti di 1F e 2M

10.55-12.30:               Tarek Mirra incontra gli studenti di 1H

Lunedì 21 marzo

8.15-9.50:                   Hajar e Hyad Alshikh incontrano gli studenti di 2A

10.05-11.40:               Hajar e Hyad Alshikh incontrano gli studenti di 2G e 3G

8.15-9.50:                   Selam Marquardt incontra gli studenti di 1Q

10.05-11.40:               Selam Marquardt incontra gli studenti di 2B

N.B. Gli incontri si tengono nelle aule in cui le classi svolgono normalmente le lezioni.

 

 

Letto 1816 volte Ultima modifica il Domenica, 13 Marzo 2016 10:02