“Giornata del rispetto” per le classi II

Scritto da

Gli obiettivi che si prefigge di raggiungere questa giornata, svoltasi il 31 marzo 2010 nell'ambito del progetto d'istituto "Promozione della salute e del benessere", sono molto semplici ma, a nostro parere, significativi.
Attraverso una serie di attività, che spaziano dalla conferenza plenaria, al dibattito in un gruppo più ristretto, alla visione di un film tematico, ci proponiamo di portare i ragazzi a riflettere sul concetto di "Rispetto" nei suoi molteplici aspetti: dal "Rispetto di sé", al "Rispetto dell'altro", al "Rispetto dell'ambiente". 

Il secondo gruppo di classi II parteciperà alla "Giornata del rispetto" proposta dai colleghi del progetto di istituto "Salute e benessere".

Per le classi 2D, 2F, 2G, 2H, 2L, 2M e 2P la "Giornata" è prevista per

MERCOLEDÌ 31 MARZO 2010.

 

Nel testo di presentazione della "Giornata", i docenti promotori scrivono:

Gli obiettivi che ci prefiggiamo di raggiungere con questa giornata sono molto semplici ma, a nostro parere, significativi. Attraverso una serie di attività, che spaziano dalla conferenza plenaria, al dibattito in un gruppo più ristretto, alla visione di un film tematico, ci proponiamo di portare i ragazzi a riflettere sul concetto di "Rispetto" nei suoi molteplici aspetti: dal "Rispetto di sé", al "Rispetto dell'altro", al "Rispetto dell'ambiente". Lo scopo non è quello di fare dello sterile moralismo ma di ribadire, una volta di più, l'importanza del concetto di rispetto. Questo dovrebbe essere acquisito da tutti (anche attraverso l'educazione ricevuta in famiglia), purtroppo, però, vediamo quotidianamente come ciò non sia così scontato. Alcuni esempi potrebbero essere la mancanza di rispetto per la "cosa pubblica", per sé stessi (alimentazione non equilibrata, abuso di alcolici e di sostanze stupefacenti) e per l'ambiente (il problema delle polveri fini PM<10, le emissioni eccessive di gas inquinanti, il desiderio di mobilità, ecc.).

 

LE ATTIVITÀ PROPOSTE

RISPETTO DI SÉ

1. AIUTO AIDS Ticino
Attività sul tema della sessualità al giorno d'oggi, di come viene proposta dai media, di come viene vissuta dagli adolescenti. È prevista una discussione spontanea tra i relatori e gli studenti.
2. Ascolta il tuo corpo, prof. Calzascia e prof.ssa Nideröst (colleghi di Educazione fisica).
Sentire e avere cura del proprio corpo attraverso un'attività fisica "dolce" (es. tecniche di rilassamento).
3. INGRADO, Associazione per la prevenzione e la cura dell'alcolismo e delle tossicomanie.
Presentazione dell'Associazione INGRADO, delle sue attività (e della sua ragione di esistere in quanto associazione) e presentazione delle principali conseguenze dovute al consumo di sostanze alcoliche.
4. Prof. Giovanni Gandola (collega di Psicologia): "Tra benessere e malessere"
L'ascolto dei segnali del corpo (malesseri fisici di tipo psicosomatico) e della mente (ansie, ossessioni e fobie), le ricette per essere felici e combattere lo stress.

RISPETTO DEGLI ALTRI

"Gioco di ruolo" proposto dalla FOSIT
La sigla FOSIT sta per Federazione delle ONG della Svizzera italiana. Nella Svizzera italiana vi sono molte ONG (Organizzazioni non governative) impegnate a sostenere progetti di sviluppo in Africa, Asia, America Latina e nei paesi dell'Est o attive nella sensibilizzazione e nell'informazione sui paesi del Sud del mondo. Attraverso un gioco di ruolo, alcuni collaboratori della FOSIT cercheranno di sollecitare gli studenti a riflettere criticamente sul tema degli interventi umanitari e di aiuto allo sviluppo.

RISPETTO DELL'AMBIENTE

1. Rifiuti e riciclaggio in Canton Ticino, Azienda cantonale rifiuti
Attività incentrata sul concetto e sull'utilità del riciclaggio dei rifiuti e sulla presa di coscienza della enorme quantità di rifiuti che produciamo e di come sia possibile una loro riduzione.
2. Consumare con rispetto, WWF-TI
Chi spende più soldi di quelli che possiede arriva presto ad avere grossi problemi, non solo finanziari. Questo concetto banale vale anche per le risorse naturali del nostro pianeta. Al giorno d'oggi in Svizzera consumiamo 2.4 volte la quantità di tali risorse che la Terra ci restituisce. Come possiamo affrontare questo dilemma senza dover rinunciare a un stile di vita che ci è a cuore? L'attività darà delle risposte a questo proposito - consumando direttamente in classe una delle merce del pianeta più richieste.
3. Rispetto della natura in concreto, Pro natura
Il rispetto per la natura non è sempre sinonimo di immobilismo da parte dell'Uomo; molte sono oramai le azioni che sono svolte, anche nel nostro Cantone, per preservare la natura, rispettando le vocazioni naturali di molte varietà di ambienti e delle specie viventi che li abitano. L'attività sarà incentrata sul significato di rispetto per la natura, sulle motivazioni di tale rispetto e sull'illustrazione di casi concreti in Ticino che mostrano come, praticamente, si può essere rispettosi della natura effettuando degli interventi mirati. Non mancheranno spunti per una discussione su questo tema.
4. Ufficio Natura e Paesaggio (UNP), biol. Massimiliano Foglia: "Protezione della natura nel nostro Cantone: quale relazione tra Uomo e Natura per la conservazione di quest'ultima?"

Galleria fotografica delle attività della "Giornata del rispetto":

  {yoogallery src=[/images/Salute_benessere/]}

Letto 4702 volte