Account
Please wait, authorizing ...
×

Notice

There was a problem rendering your image gallery. Please make sure that the folder you are using in the Simple Image Gallery Pro plugin tags exists and contains valid image files. The plugin could not locate the folder: media/k2/galleries/1151

"Sprecare il cibo. Che stupidità"

Scritto da

Su iniziativa del Gruppo di Economia e diritto di sede, è stata esposta la mostra sul tema dei rifiuti alimentari (allestita grazie alla collaborazione dell’Ufficio federale dell’agricoltura e dell’Associazione consumatrici e consumatori della Svizzera italiana) "Sprecare il cibo. Che stupidità" nell’atrio al piano terra del Palazzo degli studi dal 10 al 28 febbraio 2014.

Dal sito dell’Ufficio federale dell’agricoltura (http://www.blw.admin.ch/dienstleistungen):

A livello mondiale, circa un terzo dei generi alimentari finisce nella spazzatura. In Svizzera i rifiuti alimentari sono prodotti soprattutto dai consumatori, mentre nei Paesi in via di sviluppo le perdite maggiori avvengono nei campi e nei magazzini. In occasione della Giornata mondiale dell'alimentazione 2012 il Comitato nazionale svizzero della FAO, con il sostegno della Direzione dello sviluppo e della cooperazione e dell'Ufficio federale dell'agricoltura, ha organizzato a Berna una mostra sul tema dei rifiuti alimentari, in cui sono state messe a confronto le catene alimentari in Svizzera e nei Paesi in via di sviluppo.

Visto il grande successo suscitato, nel 2013 la mostra è stata presentata in tutte le regioni della Svizzera tra cui il Ticino. La mostra "Sprecare il cibo. Che stupidità" illustra le conseguenze dello spreco alimentare che da un lato grava sul bilancio delle economie domestiche e dall'altro rappresenta uno sperpero di risorse naturali. Ogni anno, infatti, va perso o sprecato un terzo degli alimenti prodotti per il consumo umano.

Secondo le stime, in Svizzera vengono gettati 289 chilogrammi di cibo pro capite l'anno lungo la filiera alimentare, un terzo dei quali direttamente dai consumatori. Un'economia domestica composta da quattro persone spende circa 2’000 franchi l'anno per cibo che finisce nella spazzatura. Non si può restare inerti di fronte a tanto: ognuno può contribuire a ridurre gli sprechi alimentari.

Nei Paesi in via di sviluppo, lo spreco a livello di consumo è minore. Si concentra piuttosto durante la fase post raccolto, ovvero durante lo stoccaggio e la trasformazione. Si stima che ogni anno vadano persi 100 chilogrammi di cibo pro capite. La mostra fornisce spunti per modificare concretamente le nostre abitudini in materia di consumo ed esempi concreti d'impegno della cooperazione svizzera allo sviluppo per ridurre i rifiuti alimentari in un mondo in cui centinaia di milioni di persone continuano a soffrire a causa della fame e della malnutrizione.

Ringraziandovi per l’attenzione e invitandovi a visitare la mostra, vi salutiamo cordialmente.

Letto 2269 volte

Galleria immagini

{gallery}1151{/gallery}

IL LICEO CANTONALE DI LUGANO 1

Il Liceo cantonale di Lugano 1 è nato come unico liceo del Canton Ticino nell'anno scolastico 1852-1853.  Nei suoi primi anni di vita il liceo contava dai 20 ai 30 studenti. Attualmente nel Canton Ticino esistono 6 istituti di studi superiori. 
Oggi, il solo Liceo cantonale di Lugano 1 conta 50 classi e più di mille studenti.


Indirizzo

Liceo cantonel di Lugano 1
Viale Carlo Cattaneo 4
6900 Lugano
tel. +4191 815 47 11
www.liceolugano.ch

© 2020 LICEO CANTONALE DI LUGANO 1
VIALE CARLO CATTANEO 4 - 6900 LUGANO