«La Svizzera e la Grande guerra». Conferenza di Orazio Martinetti

Scritto da
R. Weiss, «L'île de la Paix«, 1916. R. Weiss, «L'île de la Paix«, 1916. https://14-18.ch/index.php?/project/suisse/

Lunedì 10 dicembre 2018 in Aula magna, dalle ore 13.45 alle ore 15.20, le classi 4F, 4L e 4P assisteranno alla conferenza dello storico Orazio Martinetti dal titolo «La Svizzera e la Grande guerra».

La Svizzera è uno Stato giovane, nato nel 1848, quando – a seguito di una breve guerra civile - fu introdotta la Costituzione federale. A cavallo del nuovo secolo, la Svizzera fu chiamata a modellare questo nuovo Stato in un contesto in cui trionfavano i nazionalismi più aggressivi. Come avvenne questa costruzione? Quali strumenti furono usati per plasmare, oltre a una struttura statale forte, un’identità comune tra le differenti comunità culturali del Paese? Come affrontò, questa giovane federazione, gli scossoni della Grande guerra? Come ne uscì?

Sono questi, e moltri altri, i quesiti ai quali lo storico Orazio Martinetti cercherà di rispondere nell’incontro con alcune classe del IV anno del liceo cantonale di Lugano 1.

La Svizzera e la Grande guerra

di Orazio Martinetti

lunedì 10 dicembre 2018

in Aula magna

dalle ore 13.45 alle ore 15.20

Introduce e modera l’incontro il prof. Maurizio Binaghi.

 
 
Orazio MartinettiOrazio Martinetti, giornalista, è storico di formazione. Per molti anni ha diretto il settimanale della Coop "Cooperazione", con sede a Basilea. Di ritorno in Ticino ha diretto il settimanale di critica sociale "area". Ha lavorato al Giornale del popolo, per la pagina culturale, e per Rete Due della Radio svizzera di lingua italiana. Martinetti è stato anche collaboratore dell'Archivio storico del Canton Ticino e ha scritto numerosi saggi d'indirizzo socio-economico. 
I suoi contributi sono stati editi su riviste e libri. L’ultimo suo lavoro, da cui si trarrà spunto per la presente conferenza, è stato pubblicato nel corso del 2018 dalla casa editrice Armando Dadò con il titolo “Sul ciglio del fossato: la Svizzera alla vigilia della grande guerra”.
Letto 301 volte