Account
Please wait, authorizing ...
×

Giornata della memoria 2015: «Varcare la frontiera: profughi, ebrei, politiche d’asilo in Svizzera durante la Seconda guerra mondiale»

Scritto da

Il prossimo 27 gennaio ricorre il settantesimo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Nell'ambito della Giornata ufficiale della memoria il Liceo cantonale di Lugano 1 ha voluto offrire alcune occasioni di riflessione sui temi della Shoah e della politica d'asilo praticata dalla Confederazione svizzera durante la Seconda guerra mondiale.

Allineandosi a quanto avviene nel resto della Svizzera e nel resto del mondo, il 27 gennaio 2015 anche in Ticino si commemorerà ufficialmente "La giornata della memoria", per ricordare tutti i crimini contro l'umanità e ogni forma di discriminazione.

La commemorazione ricopre quest'anno un valore particolare, perché ricorre il settantesimo anniversario della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz.

Quest’anno il Liceo Cantonale di Lugano 1, in collaborazione con l’Associazione Ticinese degli Insegnanti di Storia (www.atistoria.ch), ha voluto contribuire a questa ricorrenza offrendo un’attività sul tema «Varcare la frontiera: profughi, ebrei, politiche d’asilo in Svizzera durante la Seconda guerra mondiale».

Considerato il numero degli studenti di quarta liceo, l’attività è proposta in due momenti: al mattino per un primo gruppo di classi e replicata il pomeriggio per l’altro gruppo.

Il programma delle attività per la Giornata della memoria 2015 è così strutturato:

  • Marino Viganò, La Svizzera nel contesto bellico 1939-’45 (45 min.)
  • Andrea Tognina, La vita nei campi per rifugiati. Il campo di Gordola (30 min.)
  • Gli ebrei e la Svizzera: la salvezza oltre la frontiera (15 min.). Interviste tratte da L’Histoire c’est moi (Breve introduzione alla visione dei filmati. L’importanza della registrazione delle fonti orali)
  • Silvana Calvo, Gli svizzeri di fronte alla politica di chiusura delle frontiere. La protesta civile delle ragazze di Rorschach (45 min.)
  • Discussione

I relatori:

Silvana Calvo - Ha lavorato come logopedista nella scuola pubblica. Negli anni '90 si è impegnata nel Movimento Contro il Razzismo e la Xenofobia che ha diretto dal 1998 al 2003. La sua riflessione si è incentrata sul periodo dal 1933 al 1945, sul nazismo, il razzismo, l’antisemitismo e la politica d’asilo della Svizzera in quegli anni. Ha pubblicato 1938 Anno infame. Antisemitismo e profughi nella stampa ticinese (2005), e A un passo dalla salvezza. La politica svizzera di respingimento degli ebrei durante le persecuzioni 1933-1945 (2010).

Andrea Tognina – Storico, giornalista e traduttore indipendente. Si è laureato in storia contemporanea all’università di Firenze nel 1998 con una tesi sull’internamento di profughi comunisti e socialisti in Svizzera durante la seconda guerra mondiale. Nelle vesti di giornalista presso swissinfo.ch ha seguito da vicino i lavori della Commissione indipendente degli esperti sulla Svizzera e la seconda guerra mondiale (commissione Bergier). Negli ultimi anni si è occupato prevalentemente di storia dell’emigrazione italiana nei Grigioni e ha pubblicato il libro Gli operai del Bernina. Storia sociale di un cantiere ferroviario (2010).

Marino Viganò - Specializzato in storia contemporanea, relazioni internazionali ed architettura militare, ha collaborato alla Commissione indipendente degli esperti sulla Svizzera e la seconda guerra mondiale quale mandatario unico per le ricerche in Italia della «commissione Bergier» nel 1997-99. Ha pubblicato diversi saggi sul Ticino negli anni della Seconda guerra mondiale, tra cui Nella seconda guerra mondiale: ombre e luci in Storia del Cantone Ticino. Il Novecento, a cura di Raffaello Ceschi (1998), La minaccia alla frontiera, e Un’economia in affanno, in Il Ticino e la guerra. Politica, economia e società dal 1939 al 1945 (2009) e La frontiera chiusa, in Il lago, la guerra, gli ebrei 1939-1945 (2009).

Letto 4723 volte

IL LICEO CANTONALE DI LUGANO 1

Il Liceo cantonale di Lugano 1 è nato come unico liceo del Canton Ticino nell'anno scolastico 1852-1853.  Nei suoi primi anni di vita il liceo contava dai 20 ai 30 studenti. Attualmente nel Canton Ticino esistono 6 istituti di studi superiori. 
Oggi, il solo Liceo cantonale di Lugano 1 conta 50 classi e più di mille studenti.


Indirizzo

Liceo cantonel di Lugano 1
Viale Carlo Cattaneo 4
6900 Lugano
tel. +4191 815 47 11
www.liceolugano.ch

© 2020 LICEO CANTONALE DI LUGANO 1
VIALE CARLO CATTANEO 4 - 6900 LUGANO