Stampa questa pagina
Venerdì, 31 Gennaio 2020 19:11

I giovani e la memoria

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Deportazione. Campi di concentramento. Olocausto. Quale significato hanno queste parole per i giovani d'oggi?

Il 27 gennaio si è ricordato il Giorno della Memoria. Una ricorrenza internazionale, istituita dall’ONU nel 2005, per commemorare le vittime dell’Olocausto: 75 anni orsono, le truppe dell’Armata Rossa liberarono il campo di concentramento di Auschwitz, rivelando per la prima volta al mondo l'orrore del genocidio nazista.

In occasione del significativo appuntamento, la RSI propone su LA 2 una Serata speciale dal titolo “I giovani e la memoria”. Protagonisti saranno infatti i giovani e il loro rapporto con questa pagina tremenda della storia contemporanea. Gli ultimi testimoni della Shoah stanno scomparendo. Qual è dunque oggi l’attualità dell’Olocausto? Come fare per non dimenticare? Cosa trasmettere alle nuove generazioni?

A questi interrogativi la serata, interamente prodotta dalla RSI, cercherà di rispondere con diversi ospiti, fra cui la sopravvissuta Liliana Segre, e con il reportage “In treno per Auschwitz”, realizzato da Valerio Selle, che documenta la straordinaria esperienza di settecento studenti sul “Treno della Memoria” che ripercorre il tragitto dei deportati da Milano ai campi di concentramento in Polonia.

Ospiti della serata Roberto Jarach, presidente della Fondazione Memoriale della Shoah di Milano, Miriam Camerini, regista teatrale e Haim Fabrizio Cipriani, rabbino e musicista.

La serata tematica, condotta da Bruno Boccaletti, verrà diffusa dal Memoriale della Shoah, il luogo situato sotto la stazione Centrale di Milano, dal quale sono partiti migliaia di deportati verso i campi di concentramento.

Lo speciale può essere visto sul sito della RSI a questo indirizzo: https://www.rsi.ch/play/tv/serate-tematiche/video/i-giovani-e-la-memoria?id=12649539

Letto 1601 volte Ultima modifica il Venerdì, 31 Gennaio 2020 19:17