Sintesi delle attività extra-scolastiche della classe di opzione specifica di musica

Scritto da

In questa pagina sono presentate le attività svolte durante l'anno scolastico 2015/2016 dagli studenti dell'OS Musica. I testi sono stati redatti dagli studenti di 2B OS Musica.

§§§

Settembre 2015

Prova generale della IX Sinfonia di L.v. Beethoven. Presso la sala del Lac - 24 settembre

Lac concerto

 Giovedì 24 settembre 2015 abbiamo avuto occasione di partecipare alla prova del concerto inaugurale del nuovo polo culturale ticinese: il LAC (Lugano Arte e Cultura). Sotto la direzione del maestro Vladimir Ashkenazy, è stata eseguita la Sinfonia n. 9 (op. 125 in re minore) di L. v. Beethoven, precedentemente introdottaci in classe. Nonostante fosse solo una prova in vista del concerto ufficiale, riservata principalmente alle scuole, è stato registrato il tutto esaurito. 
Come ci è stato presentato sia dal Direttore Artistico della Fondazione Lugano Musica, Etienne Reymond, che dall’ingegnere acustico responsabile del progetto, e come abbiamo avuto modo di scoprire in prima persona, la conformazione della sala permette al suono una propagazione ottimale. Questo fattore ha portato l’esibizione ad un livello superiore, rendendo ancora più spettacolare uno dei capolavori più significativi del repertorio sinfonico.

§§§

Ottobre 2015

Martedì 6 ottobre 2015 le classi dell’opzione specifica di musica, 1F e 2B, Presso il Teatro Alla Scala di Milano, Balletto: La bella addormentata nel Bosco di Pëtr Il'ič Čajkovskij

Scala

42 studenti accompagnati dai docenti : Vera Segre, Carlo Frigerio, Lorenzo Quattropani, Gabriele Cavadini, Barbara Heinkel, Matteo Piricò (Docente di Pratica Professionale, DFA) e Matteo Ferretti; oltre al balletto, hanno avuto anche l’occasione di visitare delle mostre nella città. In mattinata, la professoressa di storia dell’arte Vera Segre, ha portato la 2B al Palazzo Della Ragione all’esposizione fotografica di Burtynsky, mentre la 1F si è recata, insieme al professor Carlo Frigerio, all’esposizione delle macchine di Leonardo 3 alla galleria di Milano. La Scala è fra i teatri più importanti del mondo, la sua storia annovera esibizioni dei più grandi interpreti della scena musicale mondiale.

Il balletto è suddiviso in tre atti, la quale coreografia è basata sul lavoro di Léon Bakst per la storica produzione dei Balletti Russi di Djagilev del 1921. Questa opera è stata presentata come omaggio della Scala a Čajkovskij, nel 2015 a 175 anni dalla nascita di quest’ultimo.

§§§

Febbraio 2016

Progetto in collaborazione con LacEdu “Un giovane per i giovani”. Questo progetto si è articolato in tre momenti, 18 -19-20 febbraio 2016.

Planca

 

  • «UN GIOVANE PER I GIOVANI» Incontro con il musicista e liutista Luca Pianca presso l’aula magna del Liceo di Lugano 1

La mattina di giovedì 18 febbraio 2016, gli studenti della classe 2B, nella quale è presente il gruppo di OS Musica, hanno avuto il piacere e l’onore di conoscere il Maestro Pianca. Il Maestro si è dimostrato molto gentile e disponibile, infatti, ha tenuto un dialogo aperto con gli studenti. Partendo dalla Sonata in Re minore per due violini e basso continuo, opus 1 n.12 (La Folia) di Antonio Vivaldi, presa dal suo repertorio e analizzata accuratamente dalla classe durante le lezioni di Opzione Specifica, ha sviluppato un discorso sulla musica appartenente all’epoca barocca.  Come incipit del discorso, la struttura del basso continuo. Nel 1600 il basso continuo era al suo apice, su di esso erano scritte molteplici variazioni con dissonanze sempre più estreme per mettere in risalto l’espressività ed il virtuosismo degli artisti barocchi. In preparazione a questi appuntamenti, ogni studente di Opzione specifica, oltre alle esercitazioni sul funzionamento del basso continuo, ha scritto una propria variazione sul tema della Follia, partendo dalla struttura armonica usata da A. Vivaldi.  L’introduzione alla celeberrima forma dell’   Aria con il Da Capo  tanto usata dai compositori dell’epoca. Händel e Vivaldi ne scrivevano moltissime, e alcune volte le riutilizzavano inserendole in Opere diverse. Era assolutamente necessaria una grande capacità d’improvvisazione da parte dei cantanti così da ottenere delle variazioni. A Napoli, un cantante doveva studiare per almeno 10-12 anni prima di andare in scena.  La pratica di riutilizzo non era usata però da Monteverdi, Mozart e Bach. Pianca ha inoltre descritto il progetto realizzato in collaborazione con il  Wiener Konzerthaus, che prevede l’esecuzione di tutte le Cantate  di Johann Sebastian Bach. Progetto iniziato nel 2008 e che terminerà nel 2021, nel quale saranno tutte eseguite con una frequenza di 4 concerti all’anno per un totale di 16 Cantate all’anno. Queste Cantate sono uniche in quanto fantasia sterminata grazie alla forma, allo stile ed alla varietà dei temi: alcuni liturgici ed altri drammatici. La grandezza dell’autore si può notare dall’assenza di brutte copie, in quanto scriveva senza ripensamenti, con una stesura di getto. La discussione è terminata con una rilettura del programma del concerto al quale gli studenti avrebbero partecipato il sabato sera.

  • Il gruppo ha assistito alla prova generale presso il LAC dell’Ensemble Claudiana, diretto da Luca Pianca di A. Vivaldi “La “Follia

L’intera classe 2B più i ragazzi di musica di 2A hanno assistito, accompagnati dal professor Carlo Frigerio, Arno Gropengiesser e Ramona Adobati, alla prova dell’ensemble Claudiana sulla Follia di Vivaldi.I ragazzi sono rimasti entusiasti per aver assistito cosi da vicino a una prova di cosi elevato livello e con musicisti di cosi alto calibro. Grazie allo studio approfondito della Follia di Vivaldi in classe, i ragazzi di OS musica (es: hanno scritto delle variazioni sul tema) hanno potuto comprendere con maggior facilità lo studio del brano da parte dei musicisti.

  • Concerto serale al LAC con l’ Ensemble Claudiana.

Sabato 20 febbraio 2016 alle ore 20.30 nella Sala Teatro LAC la classe ha assistito al concerto "Ensemble claudiana" sotto la direzione di Luca Pianca. Interpreti: Luca Pianca, direzione e arciliuto; Dmitry Sinkovsky, violino e controtenore; Elena Davydova, violino; Irene Liebau, violoncello; Margret Köll, arpa tripla.

 

§§§

Giugno 2016

Visita alla città di Cremona, 10 giugno 2016, accompagnati dalla professoressa Sonia Castro Mallamaci (storia) e Carlo Frigerio (Musica).

Cremona

 

  • Audizione della violinista Lena Yokoama con Lo Stradivari “Clisbee” del 1669. 1

Lena Yokoama nata ad Osaka (Giappone) nel 1987, ha iniziato gli studi di violino nella sua città sotto la guida dei suoi genitori, Kango Yokoyama e Reiko Shimizu, e successivamente con Nandor Szederkenyi, ex spalla della Century Orchestra di Osaka. Trasferitasi in Italia nel 2006, si è diplomata in violino col massimo dei voti e la lode presso l’Istituto Musicale Pareggiato “Claudio Monteverdi” di Cremona, sotto la guida di Laura Gorna. Ha seguito i corsi di violino con Salvatore Accardo e di musica da camera con Alexander Lonquich presso l’Accademia Chigiana di Siena, ha studiato con Ivan Rabaglia presso l’Accademia S. Cecilia di Portogruaro. Dal 2011 frequenta la classe di Salvatore Accardo presso l’Accademia di Alto Perfezionamento Walter Stauffer di Cremona. Nel 2012 ha fondato, insieme al pianista Diego Maccagnola ed al violoncellista Alessandro Copia il Trio Kanon, ensemble che si sta perfezionando sotto la guida del Trio di Parma presso l’International Chamber Music Academy di Duino (Trieste). Ha tenuto recital solistici e cameristici in diversi teatri, italiani ed esteri, tra cui il Teatro Ponchielli, la Sala San Domenico e l’Auditorium Giovanni Arvedi (Cremona), la Sala degli Specchi di Palazzo Chigi Saracini (Siena), il Teatro Romano di Aosta, il Teatro Alighieri di Ravenna, l’Auditorium William Walton di Ischia, l’Auditorium Gaber di Milano per La Società dei Concerti, il Teatro La Fenice di Venezia e la Jubilee Hall di Aldeburgh (UK). Suona regolarmente nell’Orchestra da Camera Italiana (OCI), diretta da Salvatore Accardo, nell’Houlencourt Soloist Chamber Orchestra di Bruxelles e nell’Orchestra da Camera di Mantova guidata da Carlo Fabiano.  Ha vinto numerosi premi in concorsi nazionali e internazionali.

Gli studenti di 2B OS Musica fotografati a Cremona

Classe2BOsMusica

Letto 2232 volte