Account
Please wait, authorizing ...
×

Soft Exosuits: una nuova generazione di esoscheletri

Scritto da

Gli allievi OS FAM delle classi elencate parteciperanno, MERCOLEDÌ 11 OTTOBRE 2017 dalle 10.05 alle 11.40 in Aula magna, al prossimo incontro organizzato nell’ambito del progetto d’istituto “Tutta la vita è risolvere problemi” con Fausto Panizzolo.

il Dr. Fausto Panizzolo

interverrà sul tema

Soft Exosuits: una nuova generazione di esoscheletri

MERCOLEDÌ 11 OTTOBRE 2017 dalle 10.05 alle 11.40
in Aula magna.

L'incontro sarà moderato dalla professoressa Ludovica Cotta-Ramusino.

 

 

Fausto Panizzolo è nato a Padova, dove si è laureato in Bioingegneria, dopo aver svolto una tesi di laurea in robotica alla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Ha conseguito il dottorato in Biomeccanica e Controllo motorio presso la University of Western Australia (Australia). Dal 2014 svolge attività di ricerca nel Biodesign Lab presso la School of Engineering and Applied Sciences, Harvard University a Cambridge (USA). Si è occupato dello sviluppo di esoscheletri composti da tessuti indossabili, con lo scopo di ridurre l’energia normalmente spesa durante il cammino. Nel 2016 ha conseguito il terzo premio “The next wave of social entrepreneurs”, rilasciato della Hult Prize foundation@Harvard University, una fondazione che promuove la creazione e lo sviluppo di progetti imprenditoriali a valenza sociale, a partire dagli ambienti accademici. È attivo in programmi di divulgazione scientifica per ragazzi ed è stato invitato a presentare la sua attività in due eventi TEDx, a Padova e presso la University of Western Australia, rispettivamente nel 2015 e nel 2016.

L'incontro

Fin dall'antichità l'uomo si è dotato di armature e strumenti che potessero contribuire a rendere più efficaci i propri movimenti e a proteggersi da pericolieattacchi.Bisogneràarrivareagli anni sessanta del secolo scorso, tuttavia, per veder realizzati i primi robot indossabili. Lo stimolo arrivò da un bando del Pentagono del 1961: l'obiettivo era la realizzazione di una corazza rigida che consentisse ai soldati di correre molto velocemente, caricarsi di grandi pesi e resistere a gas, sorgenti di calore e attacchi nucleari. I primi esoscheletri intelligenti erano, tuttavia, inaffidabili nel processare gli stimoli e lenti nel rispondere ai movimenti di chi li indossava e fu solo nei primi anni 2000 che i progressi raggiunti nella robotica permisero avanzamenti significativi in termini di efficienza e funzionalità.

Crediti Immagine: Biodesign Lab, Harvard University

Ad esempio, risultarono cruciali le migliorie introdotte grazie alla miniaturizzazione delle diverse componenti elettroniche, alla riduzione delle dimensioni delle batterie, e allo sviluppo di sensori che potessero rilevare la contrazione, anche piccola, dei muscoli umani per poter poi regolare l'azione di valvole e fluidi sulle articolazioni artificiali. Accanto agli impieghi in operazioni militari e di soccorso, furono subito chiare le importanti applicazioni in campo medico e sociale. Tali strutture, infatti, possono migliorare la mobilità di pazienti con danni neurologici e fisici o sopperire a debolezze dell'apparato muscolare. La ricerca si muove ora nella direzione di rendere gli esoscheletri pratici da indossare, confortevoli se impiegati per diverse ore e il più possibile integrati con il corpo umano e, in caso di utilizzo militare, con l'equipaggiamento in dotazione agli eserciti. Grazie allo sviluppo della cosiddetta soft robotics, ovvero di una robotica che utilizzi materiali elastici e deformabili come strutture di supporto o nuovi tessuti ispirati all'anatomia umana, la nuova generazione di esoscheletri è priva di parti esterne rigide e si può indossare come una tuta leggera. 

 

 

 

Letto 7718 volte

IL LICEO CANTONALE DI LUGANO 1

Il Liceo cantonale di Lugano 1 è nato come unico liceo del Canton Ticino nell'anno scolastico 1852-1853.  Nei suoi primi anni di vita il liceo contava dai 20 ai 30 studenti. Attualmente nel Canton Ticino esistono 6 istituti di studi superiori. 
Oggi, il solo Liceo cantonale di Lugano 1 conta 50 classi e più di mille studenti.


Indirizzo

Liceo cantonale di Lugano 1
Viale Carlo Cattaneo 4
6900 Lugano
tel. +4191 815 47 11
www.liceolugano.ch

© 2020 LICEO CANTONALE DI LUGANO 1
VIALE CARLO CATTANEO 4 - 6900 LUGANO